Il box doccia: 7 cose da sapere prima di acquistarlo

Anna Francioni Anna Francioni
Google+
Loading admin actions …

Siamo alle prese con la realizzazione di un nuovo bagno? Oppure stiamo semplicemente sostituendo la vasca con la doccia? In entrambi i casi ci troveremo di certo a dover scegliere il box doccia: come individuare la soluzione più adatta al nostro bagno e alle nostre esigenze? Scopriamolo insieme in questo libro delle idee: una pratica mini guida con le 7 cose che è utile sapere prima di procedere all'acquisto del box doccia.

1. Scegli lo stile più adatto per il tuo bagno

A seconda dello stile che caratterizza il nostro bagno, potremo scegliere tra diversi modelli di box doccia.
In linea generale sono 2 le principali tipologie offerte dal mercato:

- BOX DOCCIA CON PROFILI – adatti per bagni dal gusto tradizionale, possono essere dotati di pannelli in acrilico o in cristallo temperato. Potremo inoltre trovare box doccia con profili in color acciaio, ideali da accostare per esempio ad un bagno arredato con mobili in legno, piuttosto che bianchi, perfetti per un bagno classico total white. 

 - BOX DOCCIA SENZA PROFILI – ideali per ambienti in stile minimalista e di design, come vediamo in questa elegante proposta di JACUZZI, sono caratterizzati esclusivamente da pannelli in cristallo temperato, che potrà essere trasparente, stampato, satinato o serigrafato, a seconda dell’effetto che intendiamo creare nel nostro bagno.

I box doccia in cristallo temperato sono generalmente meno economici rispetto a quelli con pannelli in acrilico, perché il vetro deve essere sottoposto a particolari trattamenti per rispondere agli standard di resistenza e sicurezza imposti dalle normative. In caso di rottura la lastra di cristallo si frantuma infatti in una miriade di frammenti molto piccoli, senza punte e non taglienti, per ridurre al minimo la pericolosità.

2. I box doccia semicircolari

Contraddistinti dalla caratteristica forma ricurva e definiti anche “a quadrante”, i box doccia semicircolari sono la soluzione ideale per le docce posizionate ad angolo. Permettono infatti di risparmiare notevole spazio, rendendo più agevole il passaggio e offrendo al tempo stesso una struttura elegante e leggera, come possiamo ammirare in questo esempio proposto dall'Arch. GINO SPERA.

Sul mercato è possibile trovare box semicircolari sia con anta a battente che scorrevole, anche se in genere quest’ultimo rappresenta il modello più utilizzato, proprio per ragioni di spazio.

3. Soluzioni alternative per la doccia ad angolo

Naturalmente, in presenza di una doccia angolare, potremmo optare anche per soluzioni alternative al box doccia semicircolare. Con un piatto doccia a filo pavimento potremmo per esempio creare un box doccia triangolare, contraddistinto da una sola parete trasversale posta sul lato della doccia non occupato dalle pareti. Oppure, potremmo addirittura realizzare una soluzione su misura, come vediamo in questa elegante proposta di SILVERPLAT: un originale box doccia a onda in cristallo temprato trasparente, con doppia anta a battente.

4. Le docce walk-in

Molto apprezzata da architetti e interior designer che la inseriscono sempre più spesso nelle loro ambientazioni, la doccia walk-in rappresenta una delle ultime tendenze in fatto di arredo bagno. Si tratta infatti di un modello di doccia caratterizzato da elementi fissi in cristallo e dall'assenza di porte.
Il risultato è un colpo d’occhio semplice e pulito, ma al tempo stesso elegante e di grande impatto, ideale per caratterizzare bagni ampi e spaziosi, dal design moderno, come vediamo in questo raffinato esempio in cristallo temprato trasparente e stampato, proposto da LIZEA.

5. I box per la doccia a incasso

Se il nostro bagno è caratterizzato da una nicchia a tutta altezza potremmo approfittarne per realizzarvi la doccia all’interno, in modo da risparmiare spazio prezioso, da utilizzare magari per armadi o scaffali, sempre molto utili in bagno.

Oppure, potremmo realizzare la nicchia appositamente, per separare visivamente la doccia dalle altre zone del bagno.

In entrambi i casi otterremo un box doccia incasso, contraddistinto da 3 pareti in muratura e un solo lato apribile, come vediamo in questo esempio.

6. Quali ante scegliere

Come anticipato nei paragrafi precedenti, i box doccia sono caratterizzati da diversi tipi di ante: a seconda del nostro gusto personale, delle nostre esigenze e delle nostre abitudini, potremmo scegliere per un modello piuttosto che per un altro. Se per esempio nel nostro bagno lo spazio non è un problema, potremmo optare per un box doccia con comoda anta a battente, come vediamo in questa proposta di SILVERPLAT. Se invece abbiamo preferito la doccia alla vasca proprio per una questione di ingombro, allora la soluzione che fa per noi potrebbe essere un pratico box doccia con uno o più pannelli scorrevoli.

7. Verifichiamo di persona, prima di acquistare

Qualsiasi sia la nostra scelta, il consiglio è di verificare sempre di persona il box doccia che intendiamo acquistare. Dato che si tratta di un elemento che giocherà un ruolo primario nel nostro bagno, sia dal punto di vista estetico che pratico, se possibile chiediamo quindi al negoziante di farci vedere un modello già installato: in questo modo, oltre a valutarne l'effetto finale, potremmo renderci conto dell'effettivo ingombro e della sua reale funzionalità

Eccoci arrivati al termine del nostro libro delle idee: se cerchiamo altri spunti potremmo leggere anche ’6 idee per la doccia in stile moderno’.

Vivienda Unifamiliar en Tomiño, Pontevedra (Spain): Casas de estilo rústico de HUGA ARQUITECTOS

¿Necesitas ayuda con tu proyecto? ¡Contáctanos!

Solicita tu consulta gratis

¡Encuentra inspiración para tu hogar!